La lunga strada per diventare un buon dentista - Studio Legnani Fabio
Cura dei Denti a Bologna
Il tuo Dentista a Bologna
aprile 20, 2017
Dentista e odontoiatria: quali sono le differenze?
dicembre 15, 2017

test d'ingresso a Medicina e Odontoiatria

La lunga strada per diventare un buon dentista

Come si diventa dentisti?

Intanto chi è il dentista e di cosa si occupa??

Il dentista è un professionista che tratta la la cura, la prevenzione e la diagnosi delle malattie che colpiscono bocca, denti, mascella e relativi tessuti.

Ma come si diventa dentista o odontoiatra?

In primis è necessario conseguire una laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria, che prevede un test d’ingresso a numero chiuso e lo svolgimento di 6 anni di corsi con tanto di tirocinio formativo, poiché la sola teoria, in un lavoro pratico come questo, non basta.
Il tirocinio permette agli studenti di acquisire sul campo le competenze pratiche di cui avranno bisogno in futuro.

Step successivo alla laurea è la prova di abilitazione, per avere il permesso di esercitare la professione di dentista.

Ultimo step, ma non meno importante, è l’iscrizione all’Albo degli odontoiatri della Regione di residenza, acquisibile presentando all’Ufficio dell’Ordine dei medici-chirurghi la domanda d’iscrizione.

Il dentista può svolgere il suo lavoro sia da dipendente (presso strutture sanitarie pubbliche e/o private) che da libero professionista aprendo un proprio studio privato.

Ma nel momento in cui si esercita la professione quali regole deve seguire per esercitare al meglio il proprio lavoro?

  1. Fare assoluta attenzione all’igiene degli ambienti, delle strumentazione e possedere, nel caso di uno studio privato, ambienti di disinfezione e sterilizzazione.
  2. Ascoltare il paziente e prima di procedere documentarsi sulla sua storia odontoiatrica e medica globale.
  3. Dedicare la giusta attenzione anche al resto della bocca, non solo ai denti.
  4. Deve saper spiegare in maniera semplice la patologia odontoiatrica al suo paziente e le cure possibili, per renderlo partecipe nelle decisioni finali.
  5. Dovrebbe prestare la giusta attenzione alla prevenzione anche dopo aver curato il paziente per evitare che il problema si riproponga.
  6. Deve saper mettere a suo agio il paziente, rendendolo consapevole di quello che sta succedendo; noi ad esempio per rendere le cure più piacevoli facciamo ascoltare la musica o mettiamo a disposizione del paziente speciali occhiali con video (con cartoni animati, film ecc..) per rilassarli.

Noi dello studio Legnani cerchiamo di rispettare ognuna di queste piccole, ma indispensabili regole per rendere il vostro incontro con il temuto dentista più piacevole e confortevole possibile.
E voi? Pensate di aver ricevuto un trattamento corretto dal vostro dentista?